News 10 agosto 2018

Grecia: meglio un asino che un quad

Prestare estrema attenzione e prudenza nell’utilizzo dei ciclomotori a noleggio sulle isole greche. I numerosi incidenti – anche mortali – che si registrano sono dovuti alla precaria manutenzione delle strade, all’usura dei mezzi presi in affitto, all’inesperienza e imprudenza di molti conduttori, anche locali, e ad una mancata osservanza del Codice della strada. Per quanto riguarda l’uso dei quadricicli “quad”, si rappresenta quanto riportato nelle più recenti proposte di modifica al Codice della Strada ellenico: “le motociclette a quattro ruote leggere e pesanti (QUAD) dotate di un motore a combustione interna con cilindrata fino a 125 centimetri cubici non possono circolare su strade e spazi asfaltati di cui all’articolo 1 (“Il Codice della Strada si applica su vie/strade e spazi che vengono utilizzati per la circolazione pubblica di veicoli, pedoni e animali”, art. 1). Queste strade possono essere attraversate solo trasversalmente (art. 31 della L. 4530/2018 e art. 40 del Codice della Strada)”. Tale divieto non si applica se alla guida del “quad” vi sono soggetti destinatari da specifici atti amministrativi o conducenti che abbiano superato con successo apposita formazione speciale. Si ricorda che il “quad” è considerato uno sport estremo, che per difficoltà di conduzione necessita abilità di guida specifiche, date le peculiarità e la pericolosità del mezzo, onde scongiurare il ricorrente rischio di sbandamento e ribaltamento ed incidenti dalle conseguenze spesso molto gravi. Sono giunte diverse segnalazioni di polizze assicurative che prevedono specifiche clausole di esclusione per sinistri/decessi avvenuti a seguito dell’utilizzo dei “quad”, non coprendo eventuali spese di rimpatrio salma, il trasporto sanitario o altro.