News 17 novembre 2017

La “sua” Africa…

Trump, nonostante l’impegno profuso nella battaglia a colpi di Twitter contro il presidente della Corea del Nord, Kim Jong-un, riesce a trovare il tempo di occuparsi anche di politica interna. E’ proprio di ieri, 16/11, la notizia della nuova delibera che annulla il divieto alle importazioni in USA di trofei di caccia derivanti dalle uccisioni di elefanti e leoni, varato dalla precedente presidenza Obama. La motivazione sarebbe addirittura di carattere filantropico, dato che i safari organizzati per ricchi occidentali in Zambia e Zimbabwe aiuterebbe l’economia di quei paesi e, addirittura, aiuterebbe a mantenere l’equilibrio tra le varie specie animali.

Ricordiamo dati alla mano, pubblicati dal WWF, che sia leoni che elefanti sono ridotti a poco più di 20.000 esemplari, nel 1955 si contavano mezzo milioni di leoni, e che se tale scempio dovuto sia al bracconaggio, che alla deforestazione, porterà secondo stime prudenti all’estinzione di entrambe le specie entro il 2050.

Anche noi siamo tra i tanti contrari alla caccia e l’unico safari che concepiamo è quello fotografico, se non addirittura la semplice contemplazione dei meravigliosi paesaggi africani, le origini comuni che non dovremmo mai dimenticare.

Aggiornamento:

Siamo felici di comunicarvi che dopo appena 48 ore, a seguito della mobilitazione di milioni di persone sui social, il Presidente Trump ha ritirato la delibera il 18/11/2017