Cina Cina - Classica

Cina: in punta di bacchette..

Viaggio "gastronomico"

Partenza Speciale Viaggio di Gruppo

"Tornando da un viaggio non si è mai la stessa persona che è partita."

(Proverbio cinese)


1° giorno – 12 marzo

ITALIA/HELSINKI/PECHINO

Partenza ore 10.55 per Helsinki. Arrivo alle ore 15.20. Alle ore 18.10 partenza per Pechino. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno – 13 marzo

PECHINO

Arrivo a Pechino alle ore 07.50 e trasferimento in città. Ricordiamo che la storia della città di Pechino risale alla dinastia degli Zhou occidentali (1050-771 a.C.). Nel 1215 la città venne distrutta da Gengis Khan ed in seguito riedificata con il nome di Canbaluq. La Pechino monumentale di oggi risale alla dinastia dei Ming. Nel pomeriggio, sarà effettuata la visita al Tempio del Cielo. Pasti liberi

3° giorno – 14 marzo

PECHINO

Intera mattinata dedicata alle visite alla Città Proibita. La Città si trova   nel cuore di Pechino, difesa da un lungo fossato e da un muro alto circa 10   metri, ai cui quattro punti cardinali s’elevano 4 torri di guardia. La Città imperiale è divisa in due sezioni e come il Tempio del Cielo, era simbolicamente concepita come un ambiente cosmico. Gli edifici principali simboleggiano il Cielo e la Terra, quelli laterali le stelle. Ma l’importanza dei palazzi può essere riconosciuta anche dalle decorazioni smaltate dei tetti (dal numero delle statuine e dal tipo dei draghi posti all’estremità del colmo orizzontale). Va inoltre ricordato che per edificare questa città vennero coscritti un milione di lavoratori e che il legno degli edifici (furono utilizzati 234.000 metri cubi di legname), provenienti dalle province del sudovest, poteva impiegare anche anni prima di arrivare nei cantieri della capitale. Dopo la seconda colazione in ristorante, visita al Tempio dei Lama. In serata, banchetto dell’Anatra Laccata al ristorante 1949 (bevande escluse)

 4° giorno – 15 marzo

PECHINO

Escursione alla Grande Muraglia a circa 100 chilometri da Pechino. La Grande Muraglia risale a circa 2000 anni or sono, il completamento dell’opera è dovuto al primo imperatore Qin Shi Huang-ti; dopo l’unificazione della Cina, intorno al 220 a.C. La costruzione era di argilla e terra battuta e correva lungo la strada di circonvallazione, in corrispondenza con il confine settentrionale dell’impero. Consolidata e allungata nei tempi delle dinastie Han e Tang, venne realizzata in mattoni e pietra durante la dinastia Ming. E’ il simbolo del paese, e per molti anni ha rappresentato anche la metafora “in pietra” della sua “chiusura” e della sua “autarchia”. Nel pomeriggio visita alla Via Sacra, con le sue grandi statue di animali e funzionari imperiali, è di enorme suggestione e non può essere assolutamente mancata. A cena i viaggiatori degusteranno la “pentola mongola” nel ristorante Wang Jia Du Chaffy Dish. (bevande escluse)

5° giorno – 16 marzo

PECHINO/SHANGHAI

Partenza in treno veloce per Shanghai. Seconda colazione libera. Nel pomeriggio visita alla Nanjing road e al Bund. Per comprendere la natura di Shanghai, bisogna rifarsi alla sua travagliata storia durante i “tempi dell’umiliazione”: l’ottocento. Sotto il colonialismo le città, e in particolare quelle portuali, iniziarono a tendere al gigantismo a causa della migrazione di moltitudini rurali dall’interno verso la fascia costiera. Il caso è Shanghai è tipico del processo socio-economico sopra descritto. Intorno al nucleo mercantile ottocentesco, articolato sul Bund (la strada-lungofiume), sorto rapidamente e con sfarzo dopo la Prima Guerra dell’Oppio, sorse la fungaia degli “slums”. Oggi, si affacciano sul Huangpu, due città: quella coloniale con i suoi edifici in stile americano anni ’30 e quella avveniristica e moderna di Pudong. Cena regionale nel ristorante Yè Shanghai (bevande escluse).

 6° giorno – 17 marzo

SHANGHAI

In mattinata, visita al Giardino del Mandarino Yu, un singolare complesso cinquecentesco di stile Ming, con aggiunte del periodo Ching, di grande pregio storico artistico, malgrado la sua bizzarria. In seguito, sosta nell’adiacente quartiere tradizionale. Il Giardino è chiamato anche Yu Yuan e fu realizzato nel 1537 dal governatore provinciale. La costruzione si svolse nell’arco di 20 anni e sull’esempio dei celebri giardini della vicina città di Suzhou. Qui, in un limitatissimo spazio, appena due ettari, sono racchiusi innumerevoli padiglioni, laghetti, fiumicelli, ponti, colline artificiali, La “Città Vecchia” è forse ancora più interessante del Giardino in sé. Il quartiere si presenta oggi completamente bonificato, con l’eliminazione dei luridi “slums” che lo caratterizzavano. Nel cuore della Città vecchia, al centro di un aggraziato laghetto, sorge tuttora la cinquecentesca “Casa del tè”, tipica della oleografia tradizionale cinese. Nel pomeriggio, visita al Tempio del Buddha di Giada (il Yu Fo Si), un assieme di padiglioni di stile Song (intorno al 1000 d.C.), realizzato per ospitarvi una mirabile statua monolitica in giada “di fiume” del Buddha. Il Tempio è ancora oggi aperto al culto. Pranzo in corso di viste. Cena regionale nel ristorante Lost Heaven”(bevande escluse)

7° giorno – 18 marzo

SHANGHAI

Giornata e pasti liberi.

8° giorno – 19 marzo

SHANGHAI/HELSINKI/ITALIA

Trasferimento in aeroporto e partenza con volo Finnair delle ore 10.00 per Helsinki. Arrivo alle ore 14.20. Alle ore 16.05 partenza per l’Italia. Arrivo alle ore 18.05.

Alberghi previsti

Jianguo hotel a Pechino – Huating a Shanghai (ex Sheraton)

 

Data di partenza : 12 marzo - Viaggio di gruppo - Min. 15 partecipanti

Quota p.p. Min 15 partecipanti in doppia                    € 1.199,00

Supplemento singola                                                       €    260,00

Tasse+Fuel Surcharge                                                     €    165,00

Spese consolari                                                                 €    140,00

 

Cambio applicato: 1 EUR = 1,18 $

La quota comprende

  • Voli internazionali Finnair da Roma e Milano
  • Trasferimenti da/per aeroporto
  • Treno ad alta velocità
  • hotels 4 stelle
  • Pasti indicati
  • 4 cene speciali nei ristoranti indicati (senza bevande)
  • pranzi con bevande dove indicato
  • Tutte le visite indicate
  • Guide locali parlanti italiano
  • Assicurazione Medico-Bagaglio (Allianz)
  • Kit Nuove Esperienze

 

La quota non comprende

  • Tasse aeroportuali
  • Visto consolare
  • Assicurazione contro l’annullamento
  • Mance
  • Quanto non espressamente indicato ne la quota comprende