Cina Cina - Classica

Speciale Cina

Shopping pre-natalizio in Cina

Partenza Speciale Viaggio di Gruppo

Viaggio nelle due grandi metropoli del paese: Shanghai, la capitale finanziaria e Pechino, quella politica. Un viaggio attraverso l’architettura contemporanea del paese, firmata dai più grandi architetti del mondo, ma anche una breve rivisitazione del suo antico passato imperiale. E per finire : shopping pre-natalizio tra la brulicante Nanjing road di Shanghai o le tante Shopping-Mall di Pechino.

 


1° giorno – 03 dicembre – ITALIA/ZURIGO/SHANGHAI

Alle ore 09.40 partenza da Roma per Zurigo con volo LX1727. Arrivo alle ore 11.25. I partecipanti da Milano partiranno con il volo LX1617 delle ore 11.10. Alle ore 13.00 proseguimento per Shanghai con volo LX188. Pasti e pernottamento a bordo.

 

2° giorno – 04 dicembre – ARRIVO A SHANGHAI

Arrivo a Shanghai alle ore 07.55. Dopo le formalità d’ingresso ed il ritiro del bagaglio incontro con la guida locale. In mattinata inizio delle visite alla città. Per comprendere la natura di Shanghai, bisogna rifarsi alla sua travagliata storia durante i “tempi dell’umiliazione”: l’ottocento. Sotto il colonialismo le città, e in particolare quelle portuali, iniziarono a tendere al gigantismo a causa della migrazione di moltitudini rurali dall’interno verso la fascia costiera. Il caso è Shanghai è tipico del processo socio-economico sopra descritto. Intorno al nucleo mercantile ottocentesco, articolato sul Bund (la strada-lungofiume), sorto rapidamente e con sfarzo dopo la Prima Guerra dell’Oppio, sorse la fungaia degli “slums”. Oggi, si affacciano sul Huangpu, due città: quella coloniale con i suoi edifici in stile americano anni ’30 e quella avveniristica e moderna di Pudong. Dopo l’arrivo, inizio delle visite a quest’immensa metropoli asiatica. Sosta sul Bund, strada lungofiume sulla quale s’affacciano gli edifici coloniali della città. Degli edifici più importanti ricordiamo: l’ex consolato brittanico (del 1873); la Bank of China (di Michael Graves, 2004); il Paece Hotel (Art Decò del 1926). Nella serata si consiglia la visita, facoltativa, alla “Shanghai By night”. Sistemazione al Huanting hotel ***** (ex Sheraton) Cena-buffet in albergo.

 

3° giorno – 05 dicembre – SHANGHAI

Visita al Giardino del Mandarino Yu, un singolare complesso cinquecentesco di stile Ming, con aggiunte del periodo Ching, di grande pregio storico artistico, malgrado la sua bizzarria. In seguito, sosta nell’adiacente quartiere tradizionale. Il Giardino è chiamato anche Yu Yuan e fu realizzato nel 1537 dal governatore provinciale. La costruzione si svolse nell’arco di 20 anni e sull’esempio dei celebri giardini della vicina città di Suzhou. Qui, in un limitatissimo spazio, appena due ettari, sono racchiusi innumerevoli padiglioni, laghetti, fiumicelli, ponti, colline artificiali. La “Città Vecchia” è forse ancora più interessante del Giardino in sé. Il quartiere si presenta oggi completamente bonificato, con l’eliminazione dei luridi “slums” che lo caratterizzavano. Nel cuore della Città vecchia, al centro di un aggraziato laghetto, sorge tuttora la cinquecentesca “Casa del tè”, tipica della oleografia tradizionale cinese. Nel pomeriggio, visita al Tempio del Buddha di Giada (il Yu Fo Si), un assieme di padiglioni di stile Song (intorno al 1000 d.C.), realizzato per ospitarvi una mirabile statua monolitica in giada “di fiume” del Buddha. Il Tempio è ancora oggi aperto al culto. Cena in ristorante.

 

4° giorno – 06 dicembre – SHANGHAI (o escursione facoltativa a Zhouzhuang)

Prima colazione in hotel. Giornata a disposizione per lo shopping o per altre attività individuali. Tra le attività che si possono consigliare, ricordiamo : la visita al Museo Storico; la visita al Museo dell’Urbanistica; il museo delle Arti visive e pittoriche. Si consiglia, tuttavia, di dedicare questa giornata all’escursione facoltativa al “villaggio d’acqua” di Zhouzhuang, una delle rarissime cittadine cinesi, insieme a Tunxi, che conservano – ancora – il proprio antico centro storico. Si tratta di cittadine per anni chiuse al turismo che hanno mantenuto intatto tutto il loro fascino. La visita di Zhouzhuang permetterà di accostarsi ad una “Cina dimenticata” che evoca le atmosfere sottili e struggenti dei films di Zhang Yi Mou, come “Lanterne Rosse” o “La storia di Qiou Jiu”. Pranzo in corso di escursione e cena in ristorante.

 

5° giorno – 07 dicembre – SHANGHAI/PECHINO

Dopo la prima colazione in albergo, trasferimento alla stazione ferroviaria, e partenza in treno ad alta velocità per Pechino (5 ore circa). Arrivo a Pechino e visita al Tempio del Cielo, un raffinato complesso quattrocentesco immerso in uno splendido parco di pini e cipressi secolari. Il tempio è la trasposizione in termini spaziali e architettonici della concezione cosmologica cinese (ma insieme anche politica) dalla quale l’imperatore traeva la sua legittimità, il così detto “Mandato del Cielo”. Il comprensorio presenta una serie di mura circolari (la forma del Cielo), racchiuse in altre mura quadrate (la forma della Terra). Secondo la simbologia dell’epoca, la Terra era più vasta del Cielo, per cui le mura circolari (con tegole di colore azzurro) erano comprese nel perimetro delle mura quadrate, con tegole verdi, il colore, appunto, della terra. Cena in ristorante. Sistemazione al Jianguo hotel****

 

6° giorno – 08 dicembre – PECHINO

Escursione alla Grande Muraglia a circa 100 chilometri da Pechino. La Grande Muraglia risale a circa 2000 anni or sono, il completamento dell’opera è dovuto al primo imperatore Qin Shi Huang-ti; dopo l’unificazione della Cina, intorno al 220 a.C. La costruzione era di argilla e terra battuta e correva lungo la strada di circonvallazione, in corrispondenza con il confine settentrionale dell’impero. Consolidata e allungata nei tempi delle dinastie Han e Tang, venne realizzata in mattoni e pietra durante la dinastia Ming. E’ il simbolo del paese, e per molti anni ha rappresentato anche la metafora “in pietra” della sua “chiusura” e della sua “autarchia”. Nel pomeriggio visita al sepolcreto dei Ming, che ospita le tombe – a partire dal 1409 – di 13 imperatori della dinastia. La visita delle tombe potrà costituire una delusione, mentre la visita alla Via Sacra, con le sue grandi statue di animali e funzionari imperiali, è di enorme suggestione e non può essere assolutamente mancata. Se il tempo a nostra disposizione lo permetterà, breve sosta al villaggio olimpico per osservare (dall’esterno) lo stadio a nido di rondine e la famosa piscina olimpionica. Ricordiamo che la gara per la realizzazione del villaggio venne vinta dagli architetti svizzeri Herzog & de Meuron. In serata, si consiglia una passeggiata sulla San Li tun, la zona dei bar e dei pubs , dove si trovano numerosi negozi, tra i quali ricordiamo quello della Uni Qlo e quello dell’Adidas (il più grande del mondo). Pranzo e cena in ristorante.

 

7° giorno – 09 dicembre – PECHINO

Intera mattinata dedicata alle visite alla Città Proibita. La Città si trova   nel cuore di Pechino, difesa da un lungo fossato e da un muro alto circa 10   metri, ai cui quattro punti cardinali s’elevano 4 torri di guardia. La Città imperiale è divisa in due sezioni e come il Tempio del Cielo, era simbolicamente concepita come un ambiente cosmico. Gli edifici principali simboleggiano il Cielo e la Terra, quelli laterali le stelle. Ma l’importanza dei palazzi può essere riconosciuta anche dalle decorazioni smaltate dei tetti (dal numero delle statuine e dal tipo dei draghi posti all’estremità del colmo orizzontale). Va inoltre ricordato che per edificare questa città vennero coscritti un milione di lavoratori e che il legno degli edifici (furono utilizzati 234.000 metri cubi di legname), provenienti dalle province del sudovest, poteva impiegare anche anni prima di arrivare nei cantieri della capitale. Nel pomeriggio, visita al Palazzo d’Estate, affacciato sul lago Kunming e residenza estiva degli imperatori delle ultime due dinastie. Il Yihe Yuan (Giardino della Pacifica Facile Vita) si trova nella parte nord occidentale di Pechino. La realizzazione di quest’immenso comprensorio adibito a residenza imperiale, ebbe inizio circa 800 anni fa, sotto la dinastia Yuan; ampliato successivamente, il Parco trovò compimento nel settecento, durante il regno di Qian Long, della dinastia Qing. Impossibile ricordare, qui, anche sommariamente le molte opere d’arte ospitate nel Parco, ricordiamo solo: la celebre nave di marmo, costruita dall’imperatrice Ci Xi; il Tempio dell’Oceano di Saggezza; la torre della Fragranza buddhista e lo straordinario lungo corridoio, un passaggio coperto di 700 metri, i cui soffitti sono decorati con migliaia di pitture che raffigurano tutte le bellezze naturali e paesaggistiche della Cina. Per i vostri ultimi acquisti di natale vi consigliamo di visitare il famoso “Mercato della seta” di Xiushui: un edificio di 5 piani all’interno del quale troverete di tutto: artigianato locale, broccati, ma anche abbigliamento e scarpe griffate, occhiali; borse di tutte le marche; elettronica e giocattoli. Pranzo in corso di visite e cena tipica in un ristorante del centro cittadino.

 

8° giorno – 10 dicembre PECHINO/ZURIGO

Alle ore 06.45 partenza per Zurigo con volo LX197. Arrivo alle ore 10.40. Alle ore 12.30 proseguimento per Roma con volo LX 1736. Arrivo alle ore 14.05. I partecipanti da Milano partiranno con volo LX1628 delle ore 12.25 con arrivo alle ore 13.20

3 dicembre

in doppia € 1.290,00 (tasse comprese)

Supplemento singola € 230,00

 

La quota comprende :  Voli da Roma e Milano - Hotels 4 e 5 stelle - Trattamento di pensione completa - Tutte le visite indicate con guide locali parlanti italiano - Treno ad alta velocità Shanghai-Pechino - Accompagnatore dall'Italia - Assicurazione medico-bagaglio

La quota non comprende : Spese consolari - Mance - Extra - Quanto non espressamente indicato